Noleggio autobus Pesaro noleggio pullman Pesaro - TRANSFEROK.IT -

Vai ai contenuti

Menu principale:

NOLEGGIO BUS > MARCHE

Noleggio autobus e pullman Pesaro Urbino,  noleggio minibus e pulmini Pesaro Urbino

Noleggio autobus con conducente Pesaro Urbino

Tel:  +39 035 4420335
Fax: +39 035-425.44.83
Cell: +39 348-00.462.65 - reperibile 24 H
Società: T.S. SRL TRAVEL & SERVICE

Ottieni lo sconto del 5% su tutti i transfer avvisando che ci hai trovato su Transfer Ok
Sconto del 5% se quando chiami o mandi una e-mail comunichi questo codice: (transferok0000 - sconto 5%)
Elenco autobus e minibus
Noleggio pullman Pesaro Urbino da 8 a 56 posti

Descrizione servizi
Noleggio autobus con conducente Pesaro Urbino provincia
Noleggio autobus per gite scolastiche Pesaro Urbino e provincia
Noleggio bus per gite di gruppo Pesaro Urbino e provincia
Noleggio autobus per oratori e gite parrocchiali Pesaro Urbino e provincia
Noleggio autobus per vacanze Pesaro Urbino e provincia
Noleggio pullman transfer aeroporti Pesaro Urbino e provincia
Noleggio bus per scuole Pesaro Urbino e provincia
Noleggio autobus GT e Minibus per gite aziendali Pesaro Urbino e provincia
Noleggio autobus per gite in Europa
Pullman di prima categoria per viaggi di turismo e affari in Italia e all’estero
Noleggio autobus Pesaro Urbino per i seguenti aeroporti: Bologna, Firenze, Pisa, Rimini, Pescara, Ancona, Napoli, Venezia, Genova, Milano
Siamodisponibili al noleggio autobus per emergenze, per privati e per aziende
Noleggio autobus per matrimonio, per meeting, cerimonie, convention.
Servizi di noleggio pullman nelle Marche per trasporto peronale.

PASARO/URBINO in BUS/MINIBUS
Un “sali-scendi” sul dolce rilievo che la abbraccia, fino alla sua cima e poi giù! Questa è la peculiarità di Urbino, si insinua sinuosamente in ogni “piega” del pendio che la accoglie, nulla si trova sul medesimo piano, urge andarne alla scoperta! Questa splendida città/patrimonio, perla di un territorio, già tesoro di per sé, è uno dei siti più importanti del Rinascimento italiano, e dal 1998 meritatamente patrimonio dell’UNESCO.

FULCRO DEL RINASCIMENTO – IL PALAZZO DUCALE e LA GALLERIA NAZIONALE
Urbino. Il Palazzo Ducale arroccato sulla splendida Urbino si presenta con una suggestiva e maestosa facciata rinascimentale, dinamica e movimentata, è contenuto da torrioni che svettano al di sopra delle sue mura percorse dai caratteristici torricini che la rendono unica nel suo genere. La parte “antica” del palazzo si affaccia, con il suo lato lungo, su piazza del Rinascimento ed è stata il punto di partenza per l'ampliamento e l'assetto successivo del palazzo. All’architetto Laurana vanno attribuiti la facciata, lo studiolo, e numerosi ambienti del piano nobile Sostituito nel suo incarico dall’architetto Martini che si prese carico della realizzazione del complesso impianto idrico, davvero all'avanguardia per l'epoca. Decoratori e artisti di larga fama arricchirono oltre modo il Ducale e lo resero il punto focale del Rinascimento Italiano. Oggi è sede della prestigiosa Galleria Nazionale.

AVVILUPPATA SU STESSA! – LA RAMPA ELICOIDALE
Urbino. Uno “scheletro fossile” avviluppato sinuosamente su se stesso in un’ascesa che pare non avere fine! La Rampa elicoidale è un imponente torrione circolare che sale da piazzale Mercatale fino al piano del Teatro di Urbino, e al suo interno cela la splendida scala a lumaca che segue e asseconda le forme della torre. Fu concepita per uno scopo geniale: vedere senza essere visti! Permetteva a Federico da Montefeltro di salire a cavallo fino ai piedi del Palazzo Ducale e controllare, senza esser visto, il lavoro degli inservienti alle stalle. Il torrione venne edificato non solo come astuto stratagemma di controllo di Montefeltro ma soprattutto come strada di ingresso alle scuderie ducali e struttura privilegiata di osservazione e controllo dei diversi punti di accesso dal Mercatale. Oggi la suggestiva Rampa elicoidale è anche impiegata per attività culturali.

UN “FESTIVAL” DI CASTELLO! – LA ROCCA COSTANZA DEGLI SFORZA
Pesaro. Questo bastione è un esempio tangibile di “rocca di pianura” rinascimentale, in laterizio, a pianta quadrata, orientata sui quattro punti cardinali. Ai suoi vertici è delimitata da quattro possenti torrioni cilindrici che fungono da vedetta. La costruzione del castello venne affidata a Luciano Laurana che non riuscì a portarlo a compimento: purtroppo venne a mancare nello stesso anno in cui gli venne affidato il mandato. I lavori, anche se rallentati dalla peste, proseguirono sotto la guida di Cherubino da Milano e persino Leonardo da Vinci ci mise del suo! Consigliò di far confluire nel fossato della rocca l’acqua dell’Adriatico! Oggi la roccaforte è sede estiva di eventi culturali e ospita il Rossini Opera Festival.

EX BASTIONE! – GLI ORTI GIULII
Pesaro. Gli Orti Giulii costituiscono uno dei primi esempi ottocenteschi di parco pubblico in Italia. Vennero edificati anche per merito delle innovative idee liberali del tempo, in un particolare periodo storico, in cui gli ideali di Risorgimento cominciavano a prendere forma. L'interno dell'antico bastione del Carmine venne riqualificato e trasformato in giardino pubblico. L’ingegnere Mancini compì un piccolo capolavoro realizzando un parco alberato e un orto botanico, entrambi di notevole interesse dal punto di vista naturalistico. Destinato a luogo di svago e di ritrovo segue il rigore neoclassico del tempo: boschetti, sentieri ornati di statue, busti e lapidi romane prendono posto nell’ex bastione. Nella parte più alta, in cima al viale principale si può godere di una suggestiva vista panoramica: le verdi colline del San Bartolo, la vallata del Foglia, il porto e il fiume. Gli Orti Giulii ospitano anche l'Osservatorio Valerio.

 
Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu